Mi sono avvicinato da poco alla botanica e sto tentatndo di preparare un erbario, attualmente sto adottando la guida Baroni, ma trovo enormi difficoltà in quanto priva di disegni; inoltre si esprime con un linguaggio certamente non adatto ad un principiante vorrei un consiglio su una buona guida botanica per iniziare. Inoltre non riesco a identificare la varietà di una pianta Briza: sono indeciso fra maxima e minor in quanto non riesco a capire cosa indichi la seguente descrizione fornita dalla guida: “infiorescenza inserita su rami bi o tri-cotomici var.minor” o “infiorescenza inserita su rami semplici monolaterali var.maxima”.


Sono uno studente iscritto alla facoltà di agraria di Pisa e per sostenere l’esame di botanica sto allestendo un erbario, ma nel fare ciò incontro alcune difficoltà: innanzi tutto premetto che per il riconoscimento delle varie specie uso come guide botaniche la “Baroni” e lo “Zangheri” del 76 con iconografia. Tornando ai problemi, questi consistono in: 1- Nel caso di 2 piante erbacee appartenenti ad uno stesso genere per esempio Bellis, una annuale Bellis Annua ed l’altra perenee Bellis Perennis. Come si fa a distinguerle? o più in generale quali sono i caratteri che differenziano una pianta erbacea perenne da una annuale? 2-Come sono da intendersi le “bratte dell’involucro del capolino di tipo acute e ottuse”? 3-Infine tornando al Gen. Bellis io ho raccolto delle margherite nel giardino di casa mia e seguendo lo Zangheri sono arrivato alla conclusione che si tratta della Bellis Bernardis che tuttavia ho letto trovarsi in Corsica e fiorire in genere in Luglio-ottobre, mentre ho effettuato la raccolta in giugno. Seguendo invece la guida Baroni la specie che sembra più rappresentativa del mio campione sembra essere la Perennis anche perchè la Bernardis non è inserita tra quelle descritte. Fornendovi alcune caratteristche del mio campione potreste aiutarmi e dirmi se si tratti di una Perennis oppure di una Bernardi? Caratteristiche: -Pianta +o-pelosa , alta 10cm, foglie tutte basali con una sola nervatura lung. picciolate obovate con margine appena seghettato, diametro capolino 10-15mm, frutto senza pappo, bratte involucrali acute o ottuse (non riesco a distinguerle), data raccolta 1/6/99, luogo Pisa-Giardino.

In città ho notato un albero che non riesco ad identificare: ha foglie paripennate pendenti e lunghi grappoli costituiti da più frutti inseriti su un unico asse, verdi e con un’ala che li circonda interamente, simiili alle samare degli olmi. Credo che l’albero in questione sia solo ornamentale e non nostrano, perchè l’ho visto solo in città, per esempio nei parchi, spesso vicino alle sponde dei fiumi e mai in natura, come nei boschi. Le foglie non sono lobate, sono lunghe e strette, lanceolate, con margine seghettato, e ci sono almeno 10-12 foglioline che compongono la foglia. I singoli frutti sono tondeggianti, hanno un’ala che li circonda interamente e sono molto numerosi, verdi inizialmente e marroni in questa stagione, e sono tutti attaccati su un singolo asse, così che alla fine l’insieme assomiglia a un festone, un cordone lungo anche 40 cm che pende dai rami. L’albero anche in questa stagione è pieno di questi festoni che ormai sono scuri e se non sbaglio l’albero adesso sta anche perdendo le foglie.
Mi potete aiutare a identificarlo? Grazie e complimenti per il sito