Sempre più spesso sento parlare di corsi brevi ma costosissimi che sostengono di migliorare nettamente le capacità mnemoniche di un individuo (vedi per esempio Gigotec, sull’omonimo sito). Vorrei ascoltare un commento scientifico su come può cambiare la capacità mnemonica di un persona da un giorno all’altro, sui meccanismi cerebrali che entrano in gioco. Inoltre mi piacerebbe apprendere tali tecniche e, dato il costo di tali corsi, mi piacerebbe conoscere il titolo di qualche libro che affronti didatticamente la questione. Grazie dell’ascolto. Complimenti per l’ottimo sito e per la “nobile missione” che avete intrapreso. :)

Buongiorno! Vorrei sapere a che livello possiamo parlare di verità scientifiche rispetto a tutte le discipline facenti parte della classe delle scienze umane. Il mio dubbio è teorico e legato alla considerazione di come alcune “decadute” discipline (come la frenologia o la fisiognomica) non siano al giorno d’oggi considerate attendibili da un punto di vista strettamente scientifico, mentre discipline che non sembrano metodologicamente molto lontane dalle suddette (come la grafologia o la stessa psicologia), sono generalmente riconoscite come attendibili e ben fondate. Potrei riassumere il mio quesito in questo modo: perchè la frenologia o la fisiognomica non sono considerate scientifiche, mentre la psicologia e la grafologia lo sono? In fondo sono tutte discipline che si basano sull’interpretazione e penso personalmente che l’interpretazione sia tutt’altro che scientifica di per se stessa, qualunque sia il campo in cui essa venga applicata.

Gentile Sig.Fuso, Le scrivo per farLe i miei complimenti per la chiarezza della sua rubrica e per porLe un quesito: all’ indirizzo Internet http://www.creazionismo.org/eco_creazionista/recensioni/rec03.htm l’ autore dell’ articolo afferma che nelle filippine sarebbero stati trovati i resti di uno scheletro di un essere umano alto più di 5 metri, così come sarebbero stati trovati i resti di altri scheletri di 4 metri e 3.35 metri in altre zone del pianeta. Potrebbe farmi sapere se Lei è a conoscenza di questi fatti e darmi qualche delucidazione in merito? Grazie mille C.M.

Sono uno psicologo ed avrei piacere di conoscere la vostra opinione a riguardo della PNL (Programmazione Neuro-Linguistica), una tecnica psicologica molto in voga in ambienti extra-accademici. Non sono un esperto della questione, da quanto ho letto mi sembra però di capire che tale teoria non abbia nessuna base scientifica seria né alcun valore sul piano epistemologico. Ciononostante è molto diffusa, soprattutto in ambito aziendale e nella formazione dei venditori. Cosa c’è di valido nella PNL?

Ho recentemente visto una puntata del “costanzo show” dedicata alla religione e alla scienza, tra i vari ospiti, di cui non ho compreso i nomi, un “intuitivo” sosteneva che recentemente si e’ scoperto (grazie all’ aiuto dei computer), che la versione originale della bibbia e’ in realta’ un “codice cifrato” che ha predetto eventi realmente accaduti (come l’ assassinio di rabin) con straordinaria precisione. Voi che ne dite?

Tempo fa, circa due anni fa, ho saputo che e’ stato pubblicato un libro che ha fatto andare su tutte le furie i prestigiatori di mezzo mondo. Erano svelati molti trucchi importanti. Poi, forse qualche lobby, o non so cosa, ha impedito la sua diffusione. Non se ne è saputo più nulla, ed io non ho fatto in tempo a segnarmi il nome dell’autore e della casa editrice. Vorrei sapere se e’ ancora in commercio questo libro o se esistono suoi sostituti.

Conosco una persona: dice che entra in trance, si mette in contatto con persone defunte ecc. La mia esperienza: lui convive con la madre della mia ragazza e non accetta il nostro rapporto, ero al telefono con lei, sicuramente si trovava a casa da sola, al termine della chiamata questa persona mi telefona. Sapeva tutto quello che ci siamo detti, persino l’ora in cui avremmo dovuto incontrarci la sera. E’ possibile questo?

Caro dott. Silvano Fuso credo che esistano altre civiltà più evolute della nostra. Cinquecento anni fa circa si credeva che la Terra fosse piatta e che esistesse un solo continente, fino a quando non fu scoperto il continente americano e ancor prima Galileo fu considerato un eretico. Penso che oggi l’Umanità non sia ancora pronta per comprendere appieno le conoscenze dell’universo. Non capisco come si possa essere così scettici quando non conosciamo neppure i confini della nostra galassia.