Ho provato a sciogliere dell’alluminio in una soluzione calda al 30% di idrossido di sodio. Volevo sapere a questo punto se era possibile togliere l’alluminio che è andato in soluzione (ad esempio far precipitare in qualche modo l’ alluminato di soda formatosi), non tanto per recuperarlo quanto per poter riutilizzare la soluzione di soda di partenza per altre esperienze analoghe. Grazie per la vostra cortese attenzione. Andrea Volpi

[…]

Read more

Vorrei sapere se nella cosiddetta “benzina verde” che non contiene (o meglio ne contiene poco) piombo-tetraetile o metile vi è per compensare la perdita di antidetonante un contenuto maggiore di idrocarburi ramificati e soprattutto aromatici (quindi cancerogeni, per la presenza di benzene). Se così non è, cosa contiene questa “benzina ecologica” per mantenere un buon “numero di ottano”? Qual’è all’incirca il suo N.O.? Desidererei gentilmente un chiarimento a riguardo. Grazie.

[…]

Read more

ho letto con molto interesse la risposta della dott. giardini al sig. stefano manfroi inerente gli addolcitori a scambio ionico. personalmente ho installato uno di questi apparecchi ma denoto dei residui biancastri intorno ai lavabi ed ai rubinetti pur testando l’acqua e risultando molto tenera (circa 5°f), da notare che l’aqua addolcita ha un forte odore di medicinale cloro??.ho fatto analizzare l’acqua da un laboratorio prima e dopo l’addolcitore, ed è risultato: acquedotto 26°f durezza totale addolccitore, durezza totale 4,6° f residuo a 105°c 401 cloruri (cl)26.1 sodio (na)73.5 vorrei fare presente che la resina lavora al 100% in quanto l’acqua addolcita (0-1)°f viene poi miscelata con quella dell’acquedotto e raggiunge appunto i 4.6°f dt. la mia domanda è i residui biancastri che denoto sono dovuti ai cloruri oppure esiste ancora del carbonato di calcio? grazie

[…]

Read more

In riferimento alla risposta dellaprofessoressa Giardini: “bolle prima una pentola d’acqua senza sale” mi riservo un’ ultima domanda. La Giardini chiarisce che il composto(acqua+sale)ha una temperatura di ebollizione più elevata rispetto alla semplice acqua, ma cosa mi impedisce di pensare che arrivi prima il composto a ebollizione rispetto all’acqua, dato che l’unione col sale produce un incremento della capacità termica e pure della conducibilità termica? In poche parole: può arrivare prima il composto a 100,5 gradi piuttosto che l’acqua a 100? Grazie attendo risposta!

[…]

Read more

Recentemente ho scoperto che mettendo in una bottiglia di plastica candeggina e percarbonato di sodio si ottengono pressioni elevatissime ,e se si fa cadere dall’alto tale bottiglia essa esplode violentemente. Vorrei sapere che gas viene prodotto e perchè anche aumentando i reagenti la pressione non aumenta piu di un certo valore, e inoltre vorrei sapere se esiste una reazione che riesca a fare esplodere la bottiglia autonomamente

[…]

Read more

Riguardo a questa prova della purezza della CO2, potrei avere una spiegazione in formule della reazione che si forma fra CO2 e Soda caustica. Grazie MISURA DELLA PUREZZA DEL CO2 La misura della purezza del CO2 può essere eseguita tanto nel tubo di alimentazione del CO2 alla macchina quanto all’interno del serbatoio riempitrice (quando è necessario).  Lo strumento utilizzato per il controllo dei valori di purezza del CO2 è la doppia buretta a 90° ( ZAHM & NAGEL ). Lo strumento è costituito da due burette di vetro, (vedi fig. 2) poste a 90° una rispetto all’altra e collegate tra di loro da un tubo: in una verrà intrappolato il CO2 mentre l’altra conterrà la soda. Mettendo in contatto la soluzione di soda caustica al 30% con il CO2 intrappolato, si provoca una reazione chimica che elimina il CO2 (o meglio assorbe il CO2 formando un sale); quindi l’unico gas che rimarrà nella buretta sarà aria.

[…]

Read more

vorrei sapere come funziona un inibitore di corrosione. (mi riferisco a sostanze che introdotte in soluzione con acidi come HCl, permettono di controllarne l’azione corrosiva su una lega eventualmente immersa in tale soluzione. Quali possono essere questi inibitori? ringrazio anticipatamente dell’attenzione dedicata e nel caso il tempo a vostra disposizione sia troppo ristretto potrei avere almeno qualche indicazione su quale tipo di testi consultare o trovare indicazioni (chimica generale?, chimica fisica ? o….) grazie!

[…]

Read more

innanzi tutto complimenti per quello che riuscite a dare, un informazione del genere aiuta moltissimo a risolvere (anche) dei dubbi che magari uno si trascina da anni e nessuno sa o non vuole risolvere….. grazie la mia domanda: in molte metodiche nell’elenco dei reagenti c’è scritto di usare poche goccie o lentamente aggiungere acido cloridrico concentrato, acido solforico concentrato, acido fosforico concentrato; che cosa si intende per concentrato espresso così genericamente, quando si và ad acquistare un composto bisogna dare tulle le specifiche di concentrazione, densità, purezza ecc. ecc. ???? qual’è la concentrazione massima dell’acido fosforico concentrato???? grazie Moreno

[…]

Read more

E’ possibile, e se sì come è possibile, che una soluzione contenente varie specie ioniche possa condurre elettroni tra due elettrodi posti a contatto con essa se la ddp tra loro non è sufficiente né ad ossidare né a ridurre nessuna delle specie ioniche in soluzione? Pensavo: se la ddp non è sufficiente per “strappare” gli elettroni agli ioni, com’è possibile che questi passino da un elettrodo all’altro?

[…]

Read more

con la presente sono gentilemente a richiederle informazioni su eventuali tecnolgie depurative per la rimozione delle formaldeide da un’acqua proveniente da processi industriali da inviare allo scarico in pubblica fognatuta o in acque superficiali. Il tenore indicativo della formaldeide nell’acqua è di 15 – 20 ppm. Inoltre se possibile gradirei poter avere poter avere della documentazione sulla chimica della formaldeide. In attesa di un gradito riscontro alla presente,colgo l’occasione per salutare cordialmente

[…]

Read more

Ho osservato che aggiungendo del sale da cucina in un bicchiere di acqua minerale (addizionata con anidride carbonica), si sviluppa dell’anidride carbonica. E’ corretto spiegare tale fenomeno dicendo che il cloruro di sodio si dissocia in ioni positivi e negativi solvatandosi e quindi “spostando” dagli spazi tra molecola e molecola di acqua, le molecole di anidride carbonica? Potreste fornirmi una spiegazione completa del fenomeno?

[…]

Read more

Recentemente ho scoperto che mettendo in una bottiglia di plastica candeggina e percarbonato di sodio si ottengono pressioni elevatissime ,e se si fa cadere dall’alto tale bottiglia essa esplode violentemente. Vorrei sapere che gas viene prodotto e perchè anche aumentando i reagenti la pressione non aumenta piu di un certo valore, e inoltre vorrei sapere se esiste una reazione che riesca a fare esplodere la bottiglia autonomamente

[…]

Read more

I nuclei degli atomi degli elementi stabili hanno un rapporto tra il numero dei neutroni e quello dei protoni che e’ uguale a uno o quasi. Se un atomo contiene troppi o troppo pochi neutroni rispetto ai protoni, il nucleo e’ instabile e cerchera’di stabilizzarsi facendo variare il rapporto neutroni/ protoni. Dando uno sguardo alla tavola periodica degli elementi si nota che sono pochissimi gli elementi che hanno questo rapporto uguale ad 1, per esempio il Ferro ha numero atomico 26 e peso atomico 55,847. Per essere stabile avrebbe dovuto essere questo rapporto 26/52? Significa quindi che anche il ferro come tanti altri elementi e’ instabile? E se e’ instabile cosa succede si trasforma in un altro elemento? Sempre rifacendomi all’esempio del Ferro numro atomico 26 peso atomico 55,847 ……significa che un atomo di ferro e’ composto da 26 protoni 26 elettroni e 29 neutroni? Se e’ cosi, ditemi per cortesia perche’ eventualmente questo atomo e’ instabile, e’ vero che c’e’ una eccedenza di neutroni, ma appunto essendo neutri non dovrebbero pregiudicare la stabilita’ del nucleo. Grazie

[…]

Read more

vorrei proprio sapere cosa avviene negli accumulatori ni-cd (oppure ni-mh) durante la scarica e durante la ricarica. Inoltre,alla luce di quanto avviene,qual’e’il modo piu’ corretto per la conservazione (in caso di prolungato inutilizzo)di tali accumulatori ….(meglio carichi oppure scarichi?) Grazie per la risposta che spero mi darete….mi pare che la domanda sia di interesse “generale” ,viste anche le notevoli quantita’ di telefoni che usano tali sorgenti di alimentazione! Complimenti per il Vs sito che visito spesso…e complimenti alla professionalita’ di tutti voi (credo che se questi servizi fossero a pagamento sarebbero comunque molto “gettonati”) Giovanni(Torino)

[…]

Read more

Vorrei innanzitutto complimentarVi per l’ottimo sito scientifico, ringraziandoVi per la disponibilità e per la completezza delle risposte. Il mio quesito è il seguente: e’ possibile sintetizzare il famoso “gas esilarante” (usato soprattutto in passato in chirurgia per le anestesie coscienti e in motoristica come comburente) da semplice Nitrato di Ammonio? (quest’ultimo facilmente trovabile in farmacia nelle buste di “ghiaccio istantaneo”) Quale metodo ,per una eventuale purificazione da altri sottoprodotti pericolosi per la respirazione (NO2),è applicabile con relativa semplicità anche in laboratori poco attrezzati? Grazie della disponibilita, S.Righini

[…]

Read more

Vorrei innanzitutto complimentarVi per l’ottimo sito scientifico, ringraziandoVi per la disponibilità e per la completezza delle risposte. Il mio quesito è il seguente: e’ possibile sintetizzare il famoso “gas esilarante” (usato soprattutto in passato in chirurgia per le anestesie coscienti e in motoristica come comburente) da semplice Nitrato di Ammonio? (quest’ultimo facilmente trovabile in farmacia nelle buste di “ghiaccio istantaneo”) Quale metodo ,per una eventuale purificazione da altri sottoprodotti pericolosi per la respirazione (NO2),è applicabile con relativa semplicità anche in laboratori poco attrezzati?

[…]

Read more

Vorrei proprio sapere cosa avviene negli accumulatori ni-cd (oppure ni-mh) durante la scarica e durante la ricarica. Inoltre,alla luce di quanto avviene,qual’e’il modo piu’ corretto per la conservazione (in caso di prolungato inutilizzo)di tali accumulatori ….(meglio carichi oppure scarichi?) Grazie per la risposta che spero mi darete….mi pare che la domanda sia di interesse “generale” , viste anche le notevoli quantita’ di telefoni che usano tali sorgenti di alimentazione!

[…]

Read more

Temo che questa mia domanda non sia molto generica, spero tuttavia che vogliate rispondermi ugualmente. Magari fatemi pure aspettare tutto il tempo che credete, tanto non ho una particolare urgenza. Tempo fa, mentre scrivevo un programmino di chimica, mi sono reso conto di non riuscire a determinare l’esatta struttura molecolare del cruppo -CN (ione cianuro), in particolare non riesco a concludere quale siano i numeri di ossidazione dei due elementi (carbonio e azoto) e quale tipo di legame li unisce. Con disappunto ho scoperto che nessuno dei libri in mio possesso riporta queste informazioni, sareste così gentile da soddisfare questa mia curiosità? Grazie.

[…]

Read more

Tempo fa, mentre scrivevo un programmino di chimica, mi sono reso conto di non riuscire a determinare l’esatta struttura molecolare del cruppo -CN (ione cianuro), in particolare non riesco a concludere quale siano i numeri di ossidazione dei due elementi (carbonio e azoto) e quale tipo di legame li unisce. Con disappunto ho scoperto che nessuno dei libri in mio possesso riporta queste informazioni: sareste così gentile da soddisfare questa mia curiosità? Grazie.

[…]

Read more

Siamo venuti a conoscenza di una azienda che scarica in un corso d’acqua sostanze chimiche residue di lavorazione. In particolare olio per macchine utensili Castrol Syntilio 10 contenente ammine alifatiche. Saremmo interessati a ricevere con cortese urgenza, visto la gravità del fatto, informazioni sulle ammine alifatiche e sugli effetti che potrebbero avere sul terreno in cui vengono scaricate finendo successivamente nelle acque del fiume.

[…]

Read more