Leggendo un testo sull’apnea,ho ritrovato la formula di Boyle pv=cost per dimostrare come il volume d’aria nei polmoni si riduca proporzionalmente alla profondità di immersione(quindi alla pressione)causando il blood shift che impedisce alla cassa toracica di implodere. Mi chiedevo come fosse possibile tutto ciò visto che la cassa toracica è evidentemente rigida e l’aria nei polmoni è isolata dall’esterno perch&eacute dovrebbe comprimersi? Inoltre mi pare che ciò non accada ai sub, potendo disporre di aria in pressione,è corretto? Tanto per rimanere in tema vorrei sapere come mai un apneista non necessita di tappe di decompressione, immagino che consumi tutto l’ossigeno disciolto nel sangue ma chiedo conferma.Grazie e complimenti

Ho letto sul sito Kataweb-motori di qualche mese fa la notizia che in Italia nel prossimo anno verranno costruite 10 fabbriche di macchine (automobili) che avranno la caratteristica di funzionare ad aria compressa. La notizia mi è sembrata rivoluzionaria, ma parlandone con gli amici mi è venuto qualche dubbio. Tecnicamente è possibile che la pressione creata da un compressore sia sufficiente a muovere una cilindrata di 1000 cc? Come mai il sito Kataweb da origine a questo genere di notizie che altre riviste specializzate non si sognano di prendere in considerazione?

Vorrei sapere se qualcuno conosce la composizione della cosiddetta “Carta da Forno” o, quantomeno, su sospetti che l’utilizzo prolungato possa costituire un pericolo per la salute. Sugli appositi news-group non sono riuscito ad avere risposta ma la cosa e’ interessante in quanto il prodotto e’ molto versatile e consente di non usare grassi nella cottura. Insospettisce la scritta riportata sulla confezione di “non usare a temperature superiori a 220 gradi centigradi” per cui, dopo la questione degli ftalati nella comune pellicola trasparente, ritengo giusto porsi la questione.

Salve a tutti. Vorrei porvi alcune domande sull’argomento “onde elettromagnetiche”. Se avete da fare, mi basta che rispondiate anche brevemente, ma che si capisca. 1- dove posso trovare uno schema dello spettro elettromagnetico (schema dove sono rappresentate tutte le onde elettromagnetiche ordinate secondo lunghezza d’onda o secondo frequenza) ? 2- Quali tipi di onde ci giungono dal sole, e in che quantità? 3- Le onde elettromagnetiche dette raggi infrarossi, che cosa sono? Si manifestano solo sotto forma di calore? Ci sono altre onde, che non siano i raggi infrarossi, che si manifestano anche sottoforma di calore? I telecomandi delle tv funzionano con i raggi infrarossi? 4- Dove posso trovare le frequenze o le lunghezze d’onda di: onde televisive (se possibile anche quelle dei principali canali), onde satellitari, onde radio, onde dei cellulari, raggi infrarossi dei telecomandi, microonde, onde di luce visibile, e altre. (Questa domanda può rientrare nella n°1, sullo spettro elettromagnetico) 5- Potete spiegarmi pressapoco come facciamo a vedere i colori? Da quel che ho capito noi vediamo gli oggetti che ci circondano perchè contengono dei pigmenti. Come fanno i pigmenti ad “assorbire” certe onde di alcuni colori e a “riflettere” quelle degli altri colori (quelli che vediamo)? Come funziona un monitor a colori? PS: qual è la lunghezza d’onda dei laser CD normali? E dei DVD?

fisica, ottica, meccanica, ecc. chiedi all’esperto LOGOhome Se lasciamo cadere due palline, una di legno levigata ed una di piombo levigata allo stesso modo, in maniera da eguagliare i due attriti, da una stessa altezza e non nel vuoto – quindi nell’aria, qui sulla terra – lasciando quindi che l’unica differenza tra le due palline sia il loro peso, esse cadranno comunque nello stesso identico istante, oppure quella più pesante, quella di piombo, toccherà il suolo molto prima?

Se ho ben capito la forza di Coriolis e’ dovuta al fatto che all’equatore la velocita’ di rotazione della Terra e’ piu’ grande rispetto alle latitudini superiori (e questo in generale anche per gli altri punti della Terra). A questo punto una domanda: il pendolo di Focault funziona a causa di questa forza? Se si’, perche’ appena sopra l’equatore il tempo di rotazione del pendolo e’ quasi infinito? (Dalla latitudine 5 alla latitudine 10 la differenza di velocita’ della Terra penso sia simile a quella che c’e’ dalla latitudine 40 alla latitudine 45).

Qual’è il motivo per cui la “Pila Daniell”, in pratica un accumulatore, visto il suo elevato contenuto energetico non trova applicazioni pratiche diffuse? Se la sola causa riguarda la resistenza interna, già da vari anni sono stati realizzati dei setti porosi o membrane chiamate PEM e utilizzati con ottimi risultati nelle Fuel Cells. Tra l’altro anche le stesse “Fuel Cells” utilizzate da circa 40 anni in campo militare con ottimi risultati fanno molta difficolta ad essere commercializzate. Personalmente ho molte difficoltà a credere che sia solo una questione di costi o problemi tecnici, perché in 40 anni i progressi sono grandi.

Ho sentito parlare di nuovi carburanti ecologici derivati da oli vegetali quale quelli di colza (diesteri dell’olio di colza) utilizzabili in alternativa al comune gasolio per autotrazione. Vorrei sapere per quali motivi (se ce ne sono) questo tipo di carburante non è stato introdotto in misura massiccia visti anche gli aumenti del prezzo del petroli. Inoltre vorrei sapere per quale motivo in italia non vengono sfruttati come componenti per le benzine gli alcooli che si possono ottenere per ossidazione dagli zuccheri.