Visto che l’altezza di località (ma anche di montagne, laghi, ecc) sulle cartine geografiche viene data in “metri sopra il livello del mare” e che quest’ultima viene fornita con una precisione del metro (se non del centimetro), desidererei sapere DOV’È il livello del mare. Questo perché, a causa di maree, variazioni di temperatura, ecc. un ipotetico livello del mare continuerebbe a variare e quindi mi sarei aspettato di trovare una definizione del tipo: “per livello del mare s’intende il livello dell’acqua misurato a Sèvres (se ci lì ci fosse il mare) il primo d’aprile del 1968…”. In nessun libro di fisica ho, però, mai trovato una tale definizione.

Sui testi scolastici, anche universitari, si legge che l’ origine del calore che sprigiona dal centro della Terra è da attribuirsi alle collisioni con altri corpi (molto numerosi 4.6mld di anni fa), alla compressione quindi all’ aumento di pressione e al decadimento radioattivo di certi elementi. Il calore che ancora oggi fa della Terra un pianeta “geologicamente vivo” è solo quanto resta di quello iniziale o ci sono altri meccanismi che lo alimentano? Se non ci sono, quanto ci vorrà perché la Terra si raffreddi?

Se è vero che il tasso di decadimento radioattivo non dipende dalle condizioni chimiche e di temperatura, come si può calcolare l’età di formazione di una roccia valutandone il contenuto di isotopi radioattivi? Cioè, il fatto che la roccia si sia formata per solidificazione del magma dieci milioni di anni fa o cento, non dovrebbe essere influente. Sia nella roccia che nel magma da cui essa deriva, il decadimento continua parallelamente allo stesso modo…