Ho trovato in rete tale testo: “…le istruzioni in un’architettura RISC sono caratterizzate da una notevole riduzione delle modalità di indirizzamento che fa si’ che il numero di cicli di clock necessario per l’esecuzione di un singolo stadio sia circa pari ad 1…” Io so che il clock è la velocità del processore ma non capisco cosa sia un ciclo di clock e cosa sia la la frequenza di clock a cui opera il processore (definizione trovata su un altro testo). Che significa modalità di indirizzamento? E “…singolo stadio…”?

Sono riuscito a creare un procedimento per convertire un numero decimale in frazione, basato sulla nota regola pratica descritta sui libri di matematica ma è poco adatto come routine di un programma per computer: si ottiene una procedura piuttosto complicata, lenta e poco elegante, anche se devo dire che funziona abbastanza bene. Infatti per utilizzare la regola suddetta devo prima separare la parte intera e quella decimale del numero di partenza, trasformare la parte decimale in un vettore di byte che rappresentano le singole cifre, quindi individuare, se c’è, un gruppo di cifre che si ripete (cosa che richiede la scansione del vettore per diverse volte), quindi contare le cifre dell’antiperiodo, la lunghezza del periodo e da queste informazioni costruire il numeratore e il denominatore della frazione. Se esistesse un algoritmo più semplice per ottenere lo stesso risultato mi piacerebbe conoscerlo. Grazie

Avendo una “stringa alfanumerica con caratteri ASCII di 256 caratteri” (quindi lunghissima) e’ possibile convertirla in formato numerico attraverso un algoritmo. Tutti concordano,ma il problema e’ che il numero che si ottiene e’ molto grande in termini di cifre e quindi si discute sul fatto se tale numero (es.di 32 cifre) e’ possibile comprimerlo in un NUMERO corrispondente compreso tra “6 e al massimo di 13 cifre” e tale che il numero corrispondente se esiste in forma compressa puo’ poi essere RITRASFORMATO con lo stesso algoritmo nel numero piu’ grande e successivamente anche alla stringa di 256 caratteri alfanumerici. Esiste cioe’ la reversibilita’ bidirezionale tra stringa e numero compresso?

Sono un chimico con l’hobby della matematica uso Mathematica del Wolfram e quindi non ho problemi per trovare Mod[a,b]. Anche per trovare l’approssimazione all’intero più vicino uso Floor[c]; usando linguaggi di programmazione tipo qbasic tbasic ecc.. le operazioni Mod e Int si possono fare tranquillamente ma quando il numero eccede un certo valore il programma va in overflow. Problema: esiste un algoritmo matematico che permetta di calcolare Mod o Int quando i numeri sono molto grandi (es 10^40) senza usare Mathematica?

1. In cosa consiste la compressione dei file (in particolare nel formato .zip)? 2. Vorrei sapere che superficie richiede la memorizzazione di un bit e l’estensione dei “confini” tra bit contigui. Da che cosa dipende la crescita della quantità di bit memorizzabile in supporti delle stesse dimensioni(superficie) (rispetto a poco tempo fa) e che cosa succede fisicamente quando un file viene zippato o detto in altro modo, perché non si salvano normalmente i file già zippati risparmiando spazio sui supporti?